Out of the blue | Montpellier, France, 2017

print on acetate sheet, grips, shells

Il titolo “fuori dal blu”, si ispira dal modo di dire inglese “out of the blue” per indicare qualcosa che è accaduto in

maniera inaspettata o in maniera improvvisa (o entrambe).

In questa serie di lavori scultorei, ho visualizzato un’atmosfera che non esiste, dove mare e cielo sono uniti come

due amanti, e che ho chiamato “atmosfera-marine blu”.

Queste atmosfere-marine blu sono infine strette e piegate assieme a fossili di conchiglia (simili a meteoriti),

trovati sul litorale francese, da morse in metallo fino ad incontrare il punto di rottura e di tensione tra i materiali.

Le varie atmosfere-marine blue, apparentemente terrestri, sono in realtà porzioni di atmosfere stellari, ovvero scatti fotografici realizzati dai telescopi degli Osservatori astronomici, che il dipartimento di particelle dell’università di Montpellier mi hanno donato.

Solitamente queste immagini di nebulose dell’universo (agglomerati interstellare di polvere, idrogeno e plasma ‘visibili’ per gli scienziati solo grazie alla luce nell’universo), vengono scattare dai loro telescopi in B/N per poi essere colorate in seguito tramite dei programmi appositi per comprendere le composizioni gassose nell’universo.

 

Nel caso dell’opera, ho deciso di aggiungere un determinato filtro ‘blu’ (diverso da quello degli scienziati), con una colorazione che si è sviluppata a seguito di una serie di riflessioni simboliche, nate da degli studi su questo colore sia in campo artistico che scientifico.

© 2019 Federica Di Carlo, all rights reserved