Stream of consciousness| Pelanda-MACRO, 2013, Rome

carta d'architetto, inchiostro, alluminio, luce e specchio 200 x 200 x 40 cm

L’installazione ,Stream of consiousness, presenta il processo creativo della mente dell’artista concretizzandolo attraverso esili cerchi di carta all’interno dei quali vi è l’immagine di un pesce, ricavata da un timbro d’epoca che l'artista ha trovato a New York. L’immagine è impressa su ogni foglio in modo irregolare: i pesci hanno andamenti diferenti, non seguono una corrente specifca, ma il libero fuire della propria volontà. Ritraggono il vivace fusso dei pensieri nel momento in cui la barriera tra la percezione reale delle cose e la loro rielaborazione mentale viene eliminata. Uno sciame di pensieri che si ingrossa, assottiglia per poi ingrossarsi nuovamente. il cerchio della vita, della testa, tagliato sezionato in un punto ed aperto come una figura geometrica che vista ipoteticamente all'infinito richiama l’immagine di un’onda.

L’artista interviene sul processo di rielaborazione ricettiva di chi guarda la sua opera. Per dirla con Bauman, Di Carlo ci pone di fronte ai nostri pensieri, al nostro non-schema mentale. L’ordine caotico del movimento dei pesci/pensieri non trasmette confusione, ma simboleggia una mente contemporanea, che riceve continui impulsi e stimoli dalla quotidianità e che riesce ad incamerarli per poi renderli idea.

 

 

 

© 2019 Federica Di Carlo, all rights reserved