Everything is illuminated#2 | 2014

proiettore dia, prisma, misure ambientali

Portraits

This site-specific installation, is a work that investigates once again the concept of border and the limit itself between visible and invisible.. The installation deceives the eye of the user, making believe that overturned rainbow comes out from a closet in a dark room. The shape resembles that of the human eye. Throughout the room constantly resounds a strong background noise of crickets.
The environment created, apparently immaterial and welcoming generates after a prolonged time an opposite effect of estrangement and the absence of reference points.

Ogni cosaè illuminata#2,

Questa installazione site-specific, è un lavoro che indaga ancora una volta il concetto di confine come limite tra visibile e invisibile. L'installazione inganna l'occhio dello spettatore, facendogli credere che un arcobaleno capovolto esca da un armadio in una stanza buia. La sua forma ricorda quella dell'occhio umano.

In tutta la stanza risuona costantemente un forte suono dei grilli. L'ambiente creato, apparentemente immateriale e accogliente genera dopo un tempo prolungato un effetto opposto di allontanamento e fastidio causato dall'assenza di punti di riferimento.

​​​

© 2019 Federica Di Carlo, all rights reserved